RIMASTI POCHI POSTI DISPONIBILI PER LA CONSEGNA ENTRO NATALE – SCONTO 10% SE PRENOTI ENTRO IL 6-12

Chiama 06.770097 | Lun-Ven 8:30-19:30

RIMASTI POCHI POSTI DISPONIBILI PER LA CONSEGNA ENTRO NATALE
SCONTO 10% SE PRENOTI ENTRO IL 6-12

Mondiale a Lorenzo!

PHILLIP ISLAND: alla fine è ancora Jorge Lorenzo.
4° mondiale (il 2° in motogp) allo spagnolo nonostante il trionfo di Casey Stoner.
A Lorenzo basta il secondo posto perche’ a spianargli la strada e’ la caduta del suo principale avversario, ovvero Dani Pedrosa, praticamente al primo giro. Il suo commento a caldo: “E’ stato un anno molto duro: Pedrosa e la Honda ci hanno messo sotto pressione. Sono stato costante e concreto per tutto l’anno: ha dato i suoi frutti. Devo ringraziare un sacco di gente” Un successo piu’ che meritato quello del mallorchino che il prossimo anno avra’ nuovamente al suo fianco come compagno di squadra in Yamaha il nostro Valentino Rossi. “Non so chi sarà l’avversario da battere: sicuramente io proverò nuovamente a essere il migliore. Sicuramente Pedrosa sarà molto pericoloso, ma credo anche Rossi: non dimentichiamoci che ha vinto 105 GP e nove mondiali, con tante moto differenti”.
Proprio Valentino Rossi, autore dell’ennesima gara opaca esprime il suo pare su Marquez, Lorenzo e, soprattutto, dell’anno prossimo “Cortese, Marquez e Lorenzo si sono ampiamente meritati il titolo. Marquez ha battuto un grande Espargaro e andrà forte subito anche in MotoGP, mentre Lorenzo ha avuto a che fare con due rivali fortissimi (Stoner e Pedrosa ). Certo, in prospettiva futura, è un po’ triste pensare che i due piloti più forti della MotoGP e della Moto2 sono spagnoli. Lorenzo ha fatto una grande stagione, vincendo dove la Yamaha andava forte e arrivando secondo dove la Honda era più competitiva. In prospettiva 2013, Lorenzo e Pedrosa sono quelli più forti, più in palla, capaci di fare gare di altissimo livello: non so se sarò in grado di stare con loro. Vediamo cosa succede nei test a Valencia”.
Nonostante gli scarsi risultati in ducati, Vale ha parole dolci per il suo (quasi ex) team quando parla della sua fututa esperienza in yamaha: “Sarà dura stare bene come sono stato in questi due anni con la Ducati: ho lavorato con persone eccezionali. Ma, per la verità, stavo bene anche in Yamaha, perché noi siamo un gruppo che andiamo alle gare: non sono preoccupato per questo, ho sempre avuti ottimi rapporti con tutte le persone che hanno lavorato con me”.

Scopri le nostre offerte

Sei pronto a trasportare la tua moto?

Scrivi il comune di ritiro, quello di consegna e scopri il prezzo