RIMASTI POCHI POSTI DISPONIBILI PER LA CONSEGNA ENTRO NATALE – SCONTO 10% SE PRENOTI ENTRO IL 6-12

Chiama 06.770097 | Lun-Ven 8:30-19:30

RIMASTI POCHI POSTI DISPONIBILI PER LA CONSEGNA ENTRO NATALE
SCONTO 10% SE PRENOTI ENTRO IL 6-12

la vespa non si copia

la vespa non si copia

La vespa non si copia

Qui in Italia lo sapevamo e lo sappiamo benissimo che la vespa non si copia. Anzi non è proprio possibile, immaginabile, pensare di copiare un oggetto così di culto, trasversale, che è anche un po’ il simbolo della nostra Italia.
Ma frequentando da ormai parecchi anni i Saloni di Moto più importanti non abbiamo potuto fare a meno di notare come invece all’estero, in particolare i produttori cinesi (ma guarda un po’!!!) non hanno disdegnato affatto l’idea di copiare la nostra amata Vespa.
Qualche anno fa, nel 2013, durante il Salone Internazionale di Milano, Eicma, abbiamo assistito proprio al sequestro da parte della Guardia di Finanza di questi mezzi “copia” della nostra Vespa.
Il sequestro avveniva, dopo aver rilevato che i prodotti violavano il diritto di esclusiva del Gruppo Piaggio. Si trattava di 11 pezzi sequestrati pensate bene a 7 (sette!!!) produttori cinesi.
Se non vi ricordate la storia potete leggerla qui.
A conseguenza di quell’azione è nata una battaglia legale culminata con la sentenza di questi giorni che non lascia dubbi e che viene addirittura considerata “storica” dal gruppo Piaggio:
E che dice sostanzialmente che La vespa non si copia !
Infatti il Tribunale di Torino ha dichiarato “la piena validità del marchio tridimensionale dello scooter Vespa e riconosciuto il carattere creativo e il valore artistico propri della sua forma che caratterizza lo scooter fin dalla prima produzione risalente al 1946”.
Non contenta, una delle società cinesi coinvolta  (se riuscite a pronunciarla il nome é  Taizhou Zhongneng) aveva citato a sua volta Piaggio per richiedere sostanzialmente una pronuncia del tribunale di Torino che escludesse la configurabilità della contraffazione del marchio stesso rispetto allo scooter cinese“Ves”.
Il tribunale con la sentenza di questi giorni ha rigettato anche questa ipotesi.
Per una volta siamo contenti che il Tribunale abbia tutelato un patrimonio che è si, del gruppo Piaggio, ma che (provate a sentire i vostri nonni) appartiene davvero a tutta l’Italia
 
Eppure a noi sembra così ovvio: la vespa non si copia!

Scopri le nostre offerte

Sei pronto a trasportare la tua moto?

Scrivi il comune di ritiro, quello di consegna e scopri il prezzo