RIMASTI POCHI POSTI DISPONIBILI PER LA CONSEGNA ENTRO NATALE – SCONTO 10% SE PRENOTI ENTRO IL 6-12

Chiama 06.770097 | Lun-Ven 8:30-19:30

RIMASTI POCHI POSTI DISPONIBILI PER LA CONSEGNA ENTRO NATALE
SCONTO 10% SE PRENOTI ENTRO IL 6-12

Bollo moto epoca, ecco cosa cambia

La storia del Bollo Moto Epoca è una delle più brutte storie del nostro settore degli ultimi tempi
Come già saprete La Legge di Stabilità ha tolto il bollo ridotto per  i veicoli storici tra i 20 e i 30 anni.
Proprio così, ora per il fisco le moto d’epoca prodotte tra il 1985 e il 1995 (tutte euro 0) tornano a essere mezzi normali, con il salasso che ne consegue, infatti le norme attuali prevedono tariffe differenti a seconda della omologazione Euro delle moto e quelle più “inquinati” (le Euro 0) pagano di più.
Ecco la situazione, al momento, regione per regione:
Queste le regioni che hanno deciso di MANTENERE IL BOLLO AGEVOLATO:
La Provincia di Bolzano, l’Emilia Romagna, la Lombardia, la Toscana (con tassa di proprietà) e, probabilmente, il Veneto (di cui per ora non c’è una notizia ufficiale)
Queste invece quelle che hanno deciso di ABOLIRE IL BOLLO AGEVOLATO:
Abruzzo, Calabria, Lazio, Liguria, Marche, Molise, Puglia, Provincia di Trento, Umbria e Valle d’Aosta.
Queste quelle in cui, NON SI SA ANCORA:
Basilicata (per la quale ci sarebbe l’intendimento di dividere gli importi a seconda della cilindrata), Campania e Piemonte. Tantomeno si sa per Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Sicilia, dove l’agenzia delle Entrate, essendo il tributo erariale deve pronunciarsi.
Resta la possibilità di certificare come veicoli di interesse storico le moto d’epoca tra i 20 e i 30 anni, iscrivendole nei registri storici di FMI. Il certificato di storicità potrebbe bastare alle assicurazioni per “concedere” la RC ridotta, inoltre è possibile che le convenzioni tra associazioni (una delle più attive è il RIVS, Registro Italiano Veicoli Storici) o club di marca e singole compagnie non vengano toccate.
Perché una moto sia “di interesse storico” deve essere inserita nell’elenco stilato ogni anno dalla FMI e qui potete trovare la lista ufficiale.
Chiaramente, è bene ribadirlo la norma si rivolge solo alle Moto d’epoca tra i 20 e i 30 anni. Quindi le ultra trentenni sono salve 🙂
Il malumore e la frustrazione resta: un settore verrà messo in crisi (pensiamo alle officine, ai restauratori, ai commercianti d ricambi d’epoca etc etc) e davvero restiamo senza parole.
Vedremo nei prossimi mesi come si evolve la situazione.
 

Scopri le nostre offerte

Sei pronto a trasportare la tua moto?

Scrivi il comune di ritiro, quello di consegna e scopri il prezzo